Lattoferrina: per combattere le infezioni virali

Una glicoproteina dalle proprietà antiossidanti, immunomodulatrici e antinfettive che ha riscontrato, soprattutto di recente, un notevole consenso come profilassi contro agenti esterni quali virus e microbi. Si chiama Lattoferrina ed è conosciuta come mezzo per combattere le infezioni che intaccano il nostro organismo.

Prendendo le distanze da facili speculazioni o promesse inverosimili, questa molecola naturale in che misura può influire sul nostro benessere? Scopriamolo subito.

Che cos’è la Lattoferrina e a cosa serve?

Per rispondere dettagliatamente alla domanda “che cos’è la Lattoferrina” ci servono altre informazioni utili in modo tale da ottenere un quadro completo. Ecco quali.

Scoperta nel latte vaccino da Sorensen e Sorensen (1939), questa proteina globulare presenta un azione ferro-trasportatrice e antimicrobica. Ma da dove derivano queste proprietà? Bene, prima di tutto dalla capacità di legare il ferro, che in questo modo viene sottratto al metabolismo di batteri (per esempio l'Escherichia coli) strettamente legati ad esso. Un’altra funzione è quella battericida, dovuta alla possibilità di danneggiare la membrana cellulare di alcune specie di batteri GRAM negative. A tal proposito è interessante notare come la Lattoferrina venga spesso impiegata per proteggere le carcasse di manzo dagli agenti esterni che contaminano la superficie.

Le proprietà antivirali della Lattoferrina provengono dalla sua capacità di legarsi ai glicosamminoglicani della membrana plasmatica, riuscendo così a fermare il virus prima che entri e causi l’infezione virale. Caratteristiche che hanno portato importanti risultati ad esempio contro l’HIV o l’Herpes Simplex. Non si esclude neanche un’ ipotetica rilevanza di questa glicoproteina come agente antitumorale, ipotesi emersa nel corso di numerose analisi sui ratti di laboratorio.

Lattoferrina: dove si trova e in quali concentrazioni?

Quindi la Lattoferrina dove si trova di preciso? Innanzitutto la possiamo reperire in maniera significativa nel colostro (il primo latte che la mamma produce dopo aver partorito) piuttosto che nel latte di mantenimento e di transizione. La sua funzione è quella di stimolare lo sviluppo di batteri intestinali benefici e sostenere il bambino nella debellazione dei patogeni che provocano le gastroenteriti.

Ma si può anche trovare nei granulociti neutrofili, ovvero cellule immunitarie che difendono il nostro corpo da infezioni fungine e batteriche, oltre che a livello di molte mucose, nelle lacrime e nella saliva.

Sebbene in maniera differente, la Lattoferrina è comunque reperibile nel latte di tutti i mammiferi. Gli altri prodotti che la contengono sono di conseguenza i derivati del latte, come i formaggi.

Nel plasma venoso la Lattoferrina è presente con una concentrazione di 0,12 μg/ml, mentre nel colostro tra i 3,1 e 6,7 mg/ml. Invece nel latte vaccino oscilla all’incirca dai 1,15 μg/ml ai 485,63 μg/ml.

Integratori a base di Lattoferrina

Nonostante esistano alimenti ricchi di questa proteina (quali latte e formaggi), il percorso più indicato per chi necessita di un dosaggio rilevante rimane sempre l’integrazione, questo poiché gli integratori a base di lattoferrina ne contengono ovviamente maggiori concentrazioni.

Le sue qualità immunomodulatorie, antinfettive e gastrointestinali hanno accresciuto negli anni la richiesta di integratori lattoferrina per aumentare, quando un soggetto è sotto antibiotico, la suscettibilità dei batteri e favorire, insieme ai probiotici, la crescita di ceppi batterici intestinali benefici (Bifidobacterium e Lactobacillus).

In molti ci domandano quale sia il miglior integratore di Lattoferrina, ecco possiamo dire che sicuramente tra gli integratori più diffusi rientrano i fermenti lattici con lattoferrina, la lattoferrina in gocce e gli integratori in compresse. Anche se non ci sono particolari controindicazioni, fatta eccezione per gli intolleranti al lattosio, ci teniamo a sottolineare che la Lattoferrina (integratore) va certamente assunta previo consiglio da parte del proprio medico curante, onde evitare dosaggi non adeguati rapportati allo stato di salute del paziente.

Lattoferrina e covid

Infine, riteniamo giusto anche soltanto menzionare una recente ricerca pubblicata sul Journal of Molecular Sciences “Lattoferrina come barriera naturale protettiva della mucosa respiratoria e intestinale contro l’infezione e l’infiammazione da coronavirus”, secondo cui la Lattoferrina pura eserciterebbe un ruolo importante nella riduzione della carica virale del nuovo coronavirus. Tuttavia, in accordo con diversi virologi e scienziati, vogliamo subito sottolineare che attualmente non esiste alcuna evidenza clinica sullo rapporto tra Lattoferrina e covid.

Per confermare un’ipotetica correlazione tra i due occorrerebbero inevitabilmente ulteriori approfondimenti.

I consigli dei farmacisti

Per integrare la Lattoferrina i nostri farmacisti consigliano:

Blf-lattoferrina 100 Gocce 16 Ml

Blf-lattoferrina 100 Gocce 16 Ml

Prezzo di listino: € 29,50

€ 26,90

ACQUISTA

Lattoferrina 200 Mg IMMUNO 30 Stickpack

Lattoferrina 200 Mg IMMUNO 30 Stickpack

Prezzo di listino: € 31,80

€ 25,90

ACQUISTA

Lattoferrina e Quercitina - Covalt

Lattoferrina e Quercitina - Covalt

 

€ 14,90

ACQUISTA

Ma anche:

Nutriva Mamma 90 Compresse

Nutriva Mamma 90 Compresse

Prezzo di listino: € 21,00

€ 16,80

ACQUISTA

Candidal 30 Cpr

Candidal 30 Cpr

Prezzo di listino: € 27,00

€ 21,60

ACQUISTA

Immunoval 30 Cpr

Immunoval 30 Cpr

Prezzo di listino: € 25,00

€ 18,90

ACQUISTA